Come possono aiutare la nostra concentrazione i rimedi naturali?

Come possono aiutare la nostra concentrazione i rimedi naturali?

Aumentare e mantenere la concentrazione con i rimedi naturali
Come possiamo aumentare, in modo del tutto naturale, la facoltà di concentrazione e renderla più accessibile a tutti?
Pratica
Come possono gli oli essenziali essere di aiutare a migliorare e aumentare la mia concentrazione?
Ricette

Aumentare e mantenere la concentrazione con i rimedi naturali


La “con”centrazione corrisponde alla capacità di rivolgere la propria massima attenzione nei riguardi di un oggetto o di un’azione ben definiti, e si tratta di un elemento fondamentale per portare a termine una lunga serie di compiti utili per la propria vita personale e professionale, nonché quella di svuotare la mente da ogni eventuale distrazione che può impedirne la facoltà.

Nello yoga si ritiene che la nostra menta riesca a produrre dai 30’000 ai 70’000 di pensieri al giorno. Una cifra eccezionalmente alta se ci pensiamo bene, ma molto reale e soprattutto molto distruttiva. Uno dei miei maestri di yoga afferma che circa 600-1’000 pensieri al giorno sarebbero sufficienti per espletare tutti i nostri compiti, il resto è spazzatura. Ci si riferisca alla nostra mente, nel gergo dello yoga, come alla monkey mind, la mente di scimmia, poiché questa saltella continuamente di ramo in ramo.

 

Quali sono allora tutti quasi pensieri e come possono essere attivati, tanto da distrarre qualsiasi mente umana non allenata e non perfettamente consapevole del suo funzionamento? 

Diversi sono i fattori tra cui:

  • la stanchezza
  • i dispositivi elettronici e le luci artificiali, la TV, la radio, sempre accese e di sottofondo
  • lo stress
  • le preoccupazioni (paura di non farcela, una mente piena che non riesce a scaricare)
  • alimentazione malsana
  • sedentarietà, mancanza di movimento
  • aria viziata
  • disidratazione
  • assunzione di farmaci, di sostanze stupefacenti o alcoliche
  • malattie, trauma cranico, sfasamento dei ritmi circadiani (es. jet lag)
  • la mancanza di una tecnica e della rispettiva pratica nel qui ed ora (yoga e meditazione)

D’altronde la capacità di concentrarsi varia da persona a persona secondo predisposizione naturale ed educazione ricevuta negli anni della formazione del sistema cognitivo.

Come possiamo aumentare, in modo del tutto naturale, la facoltà di concentrazione e renderla più accessibile a tutti?

Sicuramente attraverso alcuni accorgimenti, che come nello yoga si potrebbero definire sotto il nome di “disciplina”, infatti senza la disciplina e la presa a carico di se stessi e della propria vita, nulla e nessuno può farlo per noi.

Ecco alcuni consigli accertati:

  • movimento quotidiano, almeno 30-60 minuti di camminata o corsetta ogni giorno per ossigenare l’organismo e il cervello, pompando sangue e ossigenando
  • aria fresca, arieggiando spesso l’ambiente e uscendo all’aria aperta appena possibile
  • alimentazione sana
  • buon riposo
  • tenere la mente allenata con attività piacevoli, hobby e interessi
  • yoga e pranayama (tecniche di respirazioni e concentrazione)
  • meditazione (sedute, in piedi, camminando, mangiando, eseguendo le attività quotidiane)
  • oli essenziali

L’alimentazione sana rappresenta un punto di partenza per migliorare la concentrazione. Infatti, meno tempo il nostro stomaco necessità per digerire, più quell’energia può essere incanalata dove è necessario in quel momento.

A questo proposito, soprattutto nei miei diversi lunghi ritiri di meditazione vipassana (minimo 9 ore di pratica in 10 giorni consecutivi), ho potuto appurare quanto sia impegnativo concentrarsi per diverse ore durante la giornata. In questi ritiri si consuma strettamente cibo vegetale, al mattino presto e a pranzo, senza cena, affinché poca energia venga consumata nella digestione, e la mente possa continuare a concentrarsi e poi eventualmente iniziare a “cadere” in uno stato meditativo. Se si mangia troppo e male, ci si accorge subito che qualcosa non va, il pomeriggio è fatto di sonno e stanchezza, e la meditazione diventa praticamente impossibile. Mentre restando leggeri, senza abbuffarsi e senza il terrore di morire di fame, si può praticare meglio e con migliori risultati tangibili, che durano nei mesi.

Come ben sappiamo la frutta e la verdura fresca e di stagione sono sempre alimenti sani e consigliati anche in caso si voglia tenere alto il grado di concentrazione e di memoria. Ortaggi e frutta, infatti, sono ricchi in sali minerali, vitamine e antiossidanti che combattono l’azione dei radicali liberi e dunque l’invecchiamento cellulare (anche del cervello).

Esistono cibi che più che altri favoriscono le migliori prestazioni della nostra mente. Tra questi c’è ad esempio l’avocado, frutto ricco di grassi monoinsaturi che favoriscono l’efficienza cognitiva. Ottime allo scopo anche le verdure a foglia verde come i broccoli, che aiutano a prevenire malattie degenerative del cervello come il Morbo di Alzheimer. I cereali integrali sono una fonte primaria di energia, aiutano il lento rilascio del glucosio nel sangue favorendo le funzioni cognitive. Ottimo anche il cioccolato fondente, ricco di flavonoidi e con una elevata concentrazione di cacao che preserva la memoria e rallenta l’invecchiamento. I mirtilli, la frutta secca, i semi (acidi grassi essenziali e ricchi di vitamine), e i pomodori migliorano la concentrazione e la memoria a breve termine, l’olio extravergine di oliva migliora l’apprendimento. Particolarmente utili sono poi gli alimenti ricchi di acidi grassi omega3. Il sedano migliora la memoria come i semi di zucca, ricchi di zinco, minerale cibo per le funzioni cognitive. Una ricerca di qualche anno fa ha notato come anche l’assunzione di curcuma nella dose di 1 grammo al giorno sia benefica per la memoria.

Un ottimo rimedio naturale per migliorare la concentrazione è senza dubbio quello del buon riposo. Infatti, bisognerebbe evitare di lavorare o studiare fino a tardi, preferendo l’andare a letto a un’ora consona e che tutte le sere sia possibilmente sempre la stessa, aiuterà a svegliarsi presto e ben riposati, poiché si avrà dormito quelle 8 ore giuste per stare bene il giorno dopo. Un buon sonno senza interruzioni e regolare è l’ideale per ritrovare la concentrazione e l’energia perduta, sia della mente che del corpo. L’ideale è sorseggiare, prima di andare a dormire una tisana rilassante preparata a regola d’arte e bevuta almeno mezz’ora prima di coricarsi, con la possibile aggiunta di una o due gocce di olio essenziale, assicurandoti che sia di grado terapeutico certificato e puro, come quelli di doTERRA.

La ricerca sulla salute del cervello ha dimostrato che l’uso di vitamine e integratori possono effettivamente aumentare la capacità di attenzione, la concentrazione, ridurre la perdita di memoria legata all’età, migliorare la memoria a breve termine, la capacità di risolvere i problemi, la velocità e la capacità logica. Gli integratori a base di acidi grassi omega-3 sono i più usati.

Importanti benefici a sostegno dell’organismo in situazioni di stress cerebrale e contrastare i danni indotti dai radicali liberi ci sono anche sostanze come l’N-acetilcisteina (NAC), un amminoacido con evidenti riscontri in situazioni di stress ossidativo (principio attivo dall’azione antiossidante e mucolitica indicata in tutti quei casi in cui si ha necessità di fluidificare le secrezioni bronchiali), e il Coenzima Q10 (antiossidativo). Lo stress ossidativo è tra le principali cause dell’invecchiamento cerebrale e del decadimento delle funzioni cognitive.

Nello yoga da millenni si insegnano le tecniche di concentrazione, infatti nello yoga Dharana, vuol dire appunto concentrazione, ed è lo step precedente alla meditazione. (Dhyana).

La concentrazione sulla candela (Trataka) rappresenta una tecnica dello yoga, appartenente ai Kriya, gli esercizi di purificazione. Si tratta di una tecnica particolarmente utile per chi studia al fine di stimolare la concentrazione e di migliorare la capacità di focalizzarsi sul proprio lavoro. L’esercizio consiste nel fissare per pochi minuti la fiamma di una candela, cercando di non sbattere le sopracciglia. A conclusione della pratica, si chiuderanno gli occhi e ci si rilasserà nello scorgere un bagliore colorato provocato dalla luce della fiamma della candela riflessa sulla retina.

Ci sono molte forme diverse di meditazione e da decenni si effettuano, oramai, interessanti studi sulla meditazione e l’impatto che questa pratica ha sulla nostra salute, scindendo dalla sua base spirituale.

Riporto qui quello del Massachusetts General Hospital che ha esaminato l’impatto della meditazione buddista (vipassana) ‘Insight’ sul cervello. Una tecnica che consiste nel muovere l’attenzione sulle diverse parti del corpo (scansione) o nel concentrarsi sul respiro (anapanasati). Lo studio ha scoperto che la pratica abbia causato un aumento nello spessore della corteccia prefrontale nel cervello, la parte appena sopra gli occhi e associata all’attenzione.

Diverse aree del cervello sono attive quando meditiamo, ma più pronunciato è la corteccia prefrontale perché quando meditiamo stiamo concentrando la nostra attenzione su qualcosa – che sia il corpo, il nostro respiro, una parola, una candela o anche un ideale spirituale. Quando quest’area è attiva, proprio come un muscolo che viene esercitato, cresce.

I neuroscienziati usano questa analogia per descrivere il modo in cui il cervello cambia. Quando esercitiamo un muscolo, questo diventa più grande e più denso di massa muscolare. In modo simile, quando esercitiamo qualsiasi parte del cervello, cosa che facciamo quando meditiamo, diventa più grande e più denso di massa neurale – materia grigia. Il fenomeno è noto come neuroplasticità e descrive come il cervello cambia effettivamente nel corso della vita, attraverso l’attenzione e la concentrazione.

In alcune pratiche, anche nello yoga nidra e in alcune del vipassana, si effettuata a periodi il conto alla rovescia, per incrementare l’attenzione e la concentrazione nel momento presente, al fine di incanalare (concentrare) la mente nel momento presente, con l’ausilio del corpo.

Pratica

Si tratta di un aiuto prezioso per stimolare la concentrazione sulla respirazione profonda, da praticare da sdraiati o da seduti, con la schiena diritta. 

Per aiutarvi con la pratica potete immaginare che state addestrando un cucciolo di cane, al quale ripeterete per giorni, settimane, mesi e anni, sempre gli stessi comandi, affinché alcuni prima altri dopo, diventa acquisito e il cane risponderà a tutti o quasi i tuoi comandi. Il risultato dipende solo dal tuo allenamento, dalla tua costanza e dalla tua pazienza.

Rendete la posizione che avete scelto comoda, che possa essere tenuta nel tempo. Iniziate osservando il vostro respiro, l’aria che attraversa le narici, l’addome che si espande e si contrare. Rendete il vostro respiro naturale e regolare, poi portate l’attenzione alle narici, osservate consapevolmente e con attenzione l’aria che esce ed entra dal vostro corpo. Al prossimo espiro iniziata a contare in questo modo: espiro 10, espiro 9, e così via fino a 0. da 10 fino a giungere allo 0, con tutta la vostra massima attenzione. Nel momento in cui vi accorgete che la mente si è distratta, cosa che farà continuamente, essendo questa la sua natura “non allenata”, tu fai uno sforzo e ritorna sempre al tuo conteggio ed al tuo respiro ripartendo ogni volta da 10. Cerca di essere esente da ogni giudizio, praticando la pazienza e la perseveranza.

Come possono gli oli essenziali essere di aiutare a migliorare e aumentare la mia concentrazione?


Gli oli essenziali, da un punto di vista emotivo, agiscono con le loro molecole attraverso il naso (e la pelle). Nel caso dell’olfazione, i peletti della mucosa interna al naso comunicano immediatamente con il sistema nervoso e il cervello; in particolare con il sistema limbico.

L’olio essenziale di menta piperita possiede proprietà toniche a livello mentale. È efficacemente utilizzato per aiutare la concentrazione, migliorare il rendimento e rigenerare la mente. Utile anche per contrastare la continua sensazione di fatica, e la tristezza.

incenso doTerra

L’olio essenziale di frankincense può aiutare ad incanalare l’energia, a minimizzare le distrazioni, migliorare la concentrazione e ridurre l’iperattività, l’impazienza, irritabilità ed agitazione, inoltre stimola la consapevolezza spirituale e la meditazione. Penetra facilmente la barriera ematoencefalica. Diluiscilo con olio vettore e applicalo direttamente sulla testa ogni mattina prima di iniziare a lavorare, quale supporto ad essere presente e vigile, ma calma allo stesso tempo.

Olio essenziale di lavanda è un perfetto calmante per i nervi, aiuta a liberare la mente e migliorare la concentrazione. La lavanda è uno dei pochi oli essenziali che può essere applicato direttamente sulla pelle, massaggiandolo sui polsi per migliorare sensibilmente il potere di concentrazione.

L’olio essenziale di limone, agrume solare per eccellenza apporta una nota di testa frizzante e ottimista, portando con se tute le caratteristiche del colore giallo, come il sole, risvegliando i sensi, acutizzando la mente, creando energia e problem solving.

Il sandalo può essere un un buon ottimo conduttore di ossigeno alle ghiandole pineale e pituitaria (ipofisi), applicato sul terzo occhio e sull’occipitale per indurre calma ed equilibrio.

jasmine doterra

Olio essenziale di gelsomino è un olio essenziale dalle innumerevoli proprietà benefiche e dona un effetto calmante e rilassante sul corpo e sulla psiche.

L’olio essenziale di rosmarino stimola la corteccia surrenale, e può essere di aiuto a prevenire o alleviare un esaurimento nervoso ed emotivo, apatia, depressione e stress, stimolando inoltre la memoria antica, l’apprendimento e la concentrazione, riducendo l’affaticamento mentale ed eventuali tensioni in testa. Diversi studi sono concentrati sul dimostrare come il rosmarino può aiutare in caso di disturbi degenerativi della mente. Mettere in diffusione quando si studia, o applicalo direttamente sulla testa, sul 7. Chakra e sull’occipitale, per stimolare la memoria e contrastare la caduta di capelli.

L’olio essenziale si Patchouli stimola la concretezza e la creatività, migliora la concentrazione, favorisce l’azione e migliora l’umore.

Olio essenziale di bergamotto è rinfrescante e incoraggiante, può aiutare a calmare e combattere la tristezza, aumentando così la concentrazione, favorendo il buon umore, l’attenzione, apportando chiarezza mentale.

Il basilico vanta un profumo fresco, speziato ed intenso che lavora sulla mente togliendo i cattivi pensieri e donando una maggiore attenzione su ciò che si sta facendo. Ideale nei momenti in cui la mente si fissa su pensieri ripentivi e di disturbo alla concentrazione. Usarlo a piccole dosi, poiché ha una profumazione intensa e può dare fastidio.

La miscela per la concentrazione inTune è un ottimo alleato per migliorare la capacità di concentrazione e di attenzione, grazie alla sua composizione degli oli essenziali di Sandalo, Incenso e Lime che aiutano la chiarezza mentale e la concentrazione, Amyris, Patchouli, Ylang Ylang, e Camomilla Romana che hanno effetti calmanti e lenitivi. Tutti questi meravigliosi e particolari oli tra di loro, le conferiscono il suo aroma muschiato, speziato e terroso, in una base di olio di cocco frazionato, e pertanto pronto all’uso.

La miscela Thinker, del Kids Colletion Kit è leggermente dolce, e presenta un aroma unico che infondere sentimenti di chiarezza nei momenti di confusione, con il suo aroma erbaceo e leggermente dolce che agevola una sensazione di lucidità mentale. Contiene: gli oli essenziali di vetiver, menta piperita, clementina e rosmarino in una base di olio di cocco frazionato, pronto all’uso a partire dai 3 anni di età, può essere diluito maggiormente per i più piccoli.

 

Ricette in roll on da 10ml con olio di cocco frazionato:

Pronto soccorso

Metti nel palmo della tua mano una goccia ciascuno di: incenso, limone, menta e lavanda, sfregale bene tra di loro per rompere le molecole dell’olio essenziale, metti le mani a conca intorno al naso, effettuata almeno una dozzina di profondi respiri. Inizia con 2-3 e poi continua, effettuando profonde respirazioni addominali e sentirai immediatamente il beneficio nella testa.

Energizzante

  • 8 gocce di bergamotto
  • 5 gocce di sandalo
  • 3 gocce di gelsomino

Speziata

  • 20 gocce Limone
  • 6 gocce Basilico
  • 2 gocce Rosmarino

Fresca

  • 10-15 gocce Pompelmo
  • 5-10 gocce Menta Piperita

 

Vuoi sapere cosa devi fare per potenziare la tua salute e iniziare a vivere la vita che desideri in termini di benessere e prestazione psico-fisica?

Contattami per una consulenza individuale, possiamo decidere insieme il percorso più idoneo a te in questo momento.

Se desideri acquistare gli oli essenziali come cliente o consulente riceverai validi aiuti sul loro utilizzo ottimale.

I primi 30 minuti di consulenza sono gratuiti per analizzare e valutare il percorso più adatto a te.

 

I miei due motti per eccellenza sono:

“Sii tu il cambiamento che desideri vedere nel mondo”

Ghandi

 

“Se qualcuno ti chiede di guarirlo, tu chiedigli prima se è disposto a rinunciare a quello che lo ha fatto ammalare”

Ippocrate

Il benessere del cervello e i rimedi naturali

Il benessere del cervello e i rimedi naturali

Accesso utente

Il benessere del cervello e i rimedi naturali
Quali rimedi naturali posso stimolare la salute del cervello?
Come possono le pratiche orientali rinforzare e mantenere sano il nostro cervello?
Come possono aiutare gli Oli Essenziali?
Ricette

Il benessere del cervello e i rimedi naturali


Il nostro cervello è uno degli organi più complessi e spesso poco compresi di tutto il corpo umano, è capace di rimodellarsi continuamente, migliorando o declinando lentamente, in base a come viene usato.

È parte del sistema nervoso centrale e si compone di due parti:

  • Encefalo (cervello e cervelletto)
  • Midollo spinale

Il midollo spinale è contenuto all’interno della colonna vertebrale ed è formato da fibre nervose ascendenti e discendenti lungo cui salgono al cervello gli stimoli provenienti dalle varie parti del corpo e scendono gli impulsi di comando. Alcuni stimoli sensitivi non giungono al cervello, si fermano al midollo spinale. Quelli che raggiungono il cervello determinano atti coscienti, gli altri producono atti riflessi (ritirare una mano da un oggetto rovente, cercare di atterrare con le braccia quando si perde l’equilibrio).

Il cervello si trova nella scatola cranica ed è ricoperto da 3 membrane dette meningi (la dura madre, l’aracnoide, la pia madre). Si suddivide in due emisferi: il destro comanda la parte sinistra del corpo e viceversa. Nella parte bianca interna del cervello ci sono i centri cerebrali, mentre la zona grigiastra esterna è la corteccia cerebrale divisa in vari lobi (frontale, temporale, occipitale e parietale).

I nervi cranici sono 12: il primo è il nervo olfattivo, il secondo è il nervo ottico, il terzo è il nervo oculomotore, il quarto è il nervo patetico o trocleare, il quinto il nervo trigemino, sesto è il nervo abducente, il settimo è il nervo facciale, l’ottavo è il nervo acustico, il nono il glosso-faringeo, il decimo il vago, l’undicesimo, il nervo accessorio, e il dodicesimo, il nervo ipoglosso.

L’elaborazione del pensiero è in funzione della corteccia cerebrale, ma non è localizzabile in essa, perché la funzione del cervello va considerata nella sua unità integrale e non suddivisa in aree delimitate.

 

Quali rimedi naturali posso stimolare la salute del cervello?


Seguendo buone e sani abitudini si può potenziare la capacità cognitiva, mentre pare comprovato che troppo sale oltre al resto danneggia anche il cervello. Ogni occasione nel quotidiano è il momento migliore per allenare il nostro cervello, attraverso esercizi, meditazione, respirazione, yoga, e altre pratiche simili. Si può stimolarlo inoltre con nuovi e salutari progetti, movimento, passeggiate, idee per contribuire al benessere collettivo, insomma ogni giorno un’azione buona per tenere attive le connessioni tra le cellule e migliorare il nostro mondo.

Sarebbe buona cosa spostarsi il più possibilmente a piedi, camminando, scegliendo sempre le scale, evitando gli ascensori e le scale mobili, perché è stato dimostrato che l’attività fisica, protegga dal declino delle funzioni mentali.  Inoltre, l’esercizio fisico migliora anche l’umore, il sonno e riducendo lo stress e l’ansia, che spesso possono causare disturbi della memoria.

L’alimentazione sana e naturale composta soprattutto da frutta e verdure, di stagione, locale, e biologiche, è di suo un ottimo antiossidante. Alcuni in particolare come il melograno, le carote, il sedano, i peperoni, i carciofi e ad alcune erbe aromatiche come il prezzemolo, il timo, il rosmarino e l’origano, sono in grado di prevenire la neuro degenerazione e quindi Alzheimer e demenza.

Anche la frutta secca è un ottimo alleato del cervello, soprattutto, quella oleosa come pistacchi, noci, mandorle, nocciole, che contenendo altissimi livelli di acidi grassi essenziali, i quali riescono a facilitare il funzionamento del nostro cervello e del nostro sistema nervoso in maniera del tutto naturale. Si consiglia di consumare questi frutti con la pellicina, poichè è qui che risiede il livello più alto di fibre che aiutano a ripulire l’intestino.

Fondamentale per la concentrazione sono anche il tè verde, un antiossidante naturale che, tra l’altro, non contiene calorie ma teina.

Da menzionare sono anche i mirtilli, i semi di lino e di canapa, e le noce, come previamente menzionato, poiché contribuisco ad una azione antinfiammatoria, poiché grazie agli Omega 3, in essi contenuti, aiutano a ridurre le infiammazioni e sostenere le funzioni celebrali.

Avete notato come i gherigli delle noci ricordino la conformazione del cervello? La noce è da sempre associata al cervello per la somiglianza con questo, ed era quindi ritenuta un ottimo rimedio per favorire un buon sonno, calmare gli stati di ansia, poichê ricca di sali minarli e principi nutritivi utili per le funzioni cerebrali. Moltissimi altri semi oleosi sono un tocca sana per il nostro cervello, poiché contengono sostanze antiossidanti, vitamine e acido folico.

Omega 3 per il cervello

Gli omega 3, contenuti nei semi di lino, nelle noci, nel fagiolo della soja e nel muscolo di grano (una alternativa vegana alla carne), sono acidi grassi polinsaturi essenziali, molto utili per prevenire le malattie cardiovascolari e alcune malattie infiammatorie.

Inoltre, è consigliato introdurre almeno 2 litri di acqua al giorno, affinché il cervello possa restare ben idratato e lavorare molto più facilmente.

Altri strumenti per stimolare l’attività cerebrale sana possono essere il Sudoku, i cruciverba, la lettura, lo studio, la formazione continua, e i gioghi, tutte quelle attività che aiutano la concentrazione della mente.

 

Come possono le pratiche orientali rinforzare e mantenere sano il nostro cervello?


Un articolo del, Der Spiegel, ha evidenziato come lo yoga sia benefico per il cervello, poiché praticato con costanza e intensità, riesce ad aumentare lo spessore della materia grigia.

L’articolo si basa su uno studio condotto presso il “Massachusetts General Hospital” di Boston, dove sono state esaminate 26 persone, uomini e donne, tutte vittime di un forte stato di stress, senza previa esperienza di meditazione. Dopo aver partecipato ad un programma psicofisico di orientamento buddhista, i partecipanti hanno visto migliorare considerevolmente il loro stato psicologico. Esami compiuti con la tac hanno confermato che lo spessore della materia grigia in alcune aree cerebrali era considerevolmente aumentato. I risultati scientifici dimostrano che la capacità cognitiva risulta accresciuta grazie a cellule nervose nuove e rigenerate.

Molti altri studi in collaborazione con monaci buddisti e scienziati occidentali, così come nel mondo dello yoga, hanno effettuato diversi studi sull’effetto benefico dello yoga e della meditazione sul nostro cervello, uno in particolare ha dimostrato come la meditazione Vipassana aiuti a sviluppare altri neuroni, diminuendo la misura dell’amigdala a favore della materia grigia.

10 benefici delle inversioni

  1. Migliorano la circolazione
  2. Aumentano l’apporto di ossigeno al cervello
  3. Invertono il processo di invecchiamento.
  4. Potenziano il sistema immunitario
  5. Danno una carica di energia
  6. Calmano la mente
  7. Migliorano l’autostima
  8. Offrono una diversa prospettiva
  9. Rafforzano gli addominali
  10. Creano fiducia ed entusiasmo

 

L’uomo più felice del mondo e Matthieu Ricard, un monaco buddista tibetano, coinvolto nello studio e nello sviluppo degli effetti dell’allenamento mentale sul cervello presso l’Università di Madison-Wisconsin, Princeton e Berkeley. Gli scienziati hanno dichiarato che Matthieu sia l’uomo più felice del mondo (o almeno il più felice di tutti coloro che hanno partecipato allo studio), dopo aver analizzato la sua attività cerebrale in uno studio durato 12 anni.

Gli scanner hanno mostrato una elevata attività nella corteccia prefrontale sinistra del cervello durante la meditazione, rispetto alla sua controparte destra, cosa che consentirebbe di avere una capacità anormalmente grande per la felicità e una ridotta propensione alla negatività.

l'uomo più felice del mondo

Matthieu Ricard

Inoltre in diverse occasioni Matthieu Ricard, dichiara apertamene di preferire una alimentazione sana e vegetale, per

È dimostrato che gli anziani attivi mentalmente hanno rischi minori di incorrere nella demenza, va da se che guardare troppa TV non sia un’attività salutare. Inoltre, almeno un’ora prima di andare a dormire si dovrebbe essere liberi da ogni tecnologia, poiché sappiamo che la luce emessa può stimolare il cervello e la sua attività anzichè favorire il sonno. Dormire bene è importante, e meditare ne aumenta la potenza.

 

Come possono aiutare gli Oli Essenziali?


Gli oli essenziali possono essere un sicuro ed efficace supporto per il cervello grazie alle seguenti caratteristiche: sono neuro protettivi, penetrano la membrana cellulare, i sesquiterpeni riescono a trapassare la barriera ematoencefalica, inibiscono lo sviluppo di virus e batteri, e supportano una sana funzionalità cerebrale. È pertanto necessario utilizzare oli essenziali purissimi e di alto grado terapeutico.

Ad esempio negli ultimi anni diversi studi scientifici si sono focalizzati su possibili rimedi e cure per trattare, o almeno arginare la malattia degenerativa dell’Alzheimer. Recenti ricerche hanno evidenziato come alcuni oli essenziali ed erbe aromatiche della famiglia delle Labiateae o Lamiaceae abbiano un’azione protettiva sul cervello. Questo è quanto emerge da un lavoro pubblicato da un team di scienziati russi e australiani sulla rivista Neural Regeneration Research (Agatonovic-Kustrin et al, 2019).

Uitlizzati aromaticamente gli oli essenziali sono in grado di legarsi ai recettori attraverso percorsi olfattivi ed influenzano i neurotrasmettitori nel sistema limbico; aumentano l’ossigenazione nel sistema limbico il quale stimola il rilascio di neurotrasmettitori. Inoltre, gli oli essenziali sono in grado di condizionare l’amigdala nel sistema limbico cerebrale per il rilascio dei traumi emotivi.

Utilizzati topicamente aumentano la circolazione e l’ossigenazione nelle cellule, penetrando nei tessuti e ne contribuiscono il risanamento. Possono essere applicati nell’occipitale, sopra la nuca, e sulla pulsazione sia sul collo che sulla giugulare. L’altro punto della riflessologia è l’alluce.

Internamente gli oli essenziali possono influenzare l’assorbimento delle sostanze nutritive per la salute cerebrale, influendo sull’attività neurotrasmettitoriale.

 

Vediamo alcuni degli oli essenziali che possono aiutare la nostra salute cerebrale

incenso doTerra

Frankincense è ricco in monoterpeni e sesquiterpeni, ed è uno degli oli essenziali più efficaci per la salute del cervello in generale. Aiuta ad incanalare l’energia, a minimizzare le distrazioni, migliora la concentrazione e riduce l’iperattività, l’impazienza, irritabilità ed agitazione, inoltre stimola la consapevolezza spirituale e la meditazione. Penetra facilmente la barriera ematoencefalica.

Io generalmente, come da consiglio del nostro Dr. Hill, suggerisco una goccia sotto la lingua quotidianamente.

Diluito con olio vettore può essere applicato direttamente sulla testa ogni mattina prima di iniziare a lavorare, quale supporto ad essere presenti e vigili, ma calmi allo stesso tempo.

Bergamotto, un olio essenziale ricco in monoterpeni, esteri, alcoli ed include i sesquiterpeni che possono contribuire a ridurre le tensioni (ambientali, mentali, emotive, e fisiche). È edificante, rinfrescante e calmante allo stesso tempo. Bergamot è molto fotosensibile, si consiglia quindi di evitare l’esposizione diretta ai raggi solari da 12 a 72 ore dopo l’applicazione topica, preferendo l’applicazione interna, sotto la pianta dei piedi e in diffusione.

Il pompelmo è un buon supporto disintossicante, possiede il 95% di monoterpeni, che lo rendono altamente equilibrante e edificante per la mente, inoltre può alleviare gli stati d’ansia e le dipendenze, quali il cibo o le droghe, stimola il metabolismo.

elicrision doterra

L’elicrisio contiene il 60% di esteri con effetti calmanti ed equilibranti, nonché alcuni sesquiterpeni, che lo rendono edificante per l’inconscio e può contribuire a calmare degli stati di rabbia, e con le emorragie. Costituisce inoltre un efficace supporto nelle funzioni circolatorie, un supporto per i nervi e la naturale rigenerazione dei tessuti.

adaptive doterra

La formidabile miscela “adaptiv” contiene oli essenziali di lavanda, magnolia, neroli, arancia selvatica, menta verde, gomma dolce, rosmarino e copaiba. Consigliata per calmare gli stati della mente, infondendo una sensazione generale di calma, e di presenza mentale, affiché l’organismo possa sempre ritrovare uno stato consapevole dal quale compiere scelte ponderate, e adatte alla situazione. La parola adaptiv ci indica la facoltà di adattarci alle situazioni, di respirare profondamente, per indurre calma e pace nella mente e di rimando in tutto l’organismo.

Il tanaceto blu migliora l’umore, rinfresca e calma una mente preoccupata. La lavanda aiuta la comunicazione efficace dissipando le insicurezze, esprimendo il proprio cuore. La menta piperita stimola la chiarezza mentale, l’energia, la resistenza e l’attenzione. La miscela air permette di effettuare profonde respirazioni, affinché si possa calmare l’attività mentale e riflettere con ponderazione, come l’antico detto: prima di rispondere conta fino a 10, io consiglio di respirare più volte profondamente, facendo scendere il diaframma. La rosa oltre ad essere un buon sostegno per la pelle, eleva la mente creando un senso di benessere. Il patchouli può aiutare a calmare l’attività mentale disturbante, eliminare le tossine dal corpo, e un buon supporto per le imperfezioni della pelle e della digestione.

sandalo doterra

Il sandalo può essere un valido supporto dell’apparato cardiovascolare, e alleviare i sintomi della lombalgia e sciatalgia, oltre che calmare la tensione nervosa, apportando ossigeno alle ghiandole pineale e pituitaria (ipofisi). Applicalo sul terzo occhio e sull’occipitale per aiutarti a stimolare queste due ghiandole, per indurre calma ed equilibrio.

La salvia sclarea soprannominata anche “occhio della chiarezza”, famosa durante il medio evo per le sue capacità di schiarire la vista e sostenere una buona salute degli occhi, ed un equilibrio ormonale.

nardo doterra karuna

Il nardo, poco conosciuto ed utilizzato oggi, è invece nominato l’olio della memoria antica (ipocampo), e oltre ad essere un buon sostegno per l’equilibrio fisiologico della pelle, può anche essere ottimo equilibrante emotivo, sostenendo la calma mentale e la diminuzione delle tensioni creando un benessere generale del sistema nervoso, donando lucidità ed energia mentale.

Il rosmarino, è un pianta considerata sacra in molte civiltà, il primo olio essenziale ad essere distillato in Italia, ha diversi utilizzi tra cui quello di cacciare gli spiriti maligni, e stimolare al memoria antica, proprio come il nardo (l’ipocampo). Ricco di cineoli può sostenere una buona funziona respiratori, e allo stesso tempo indurre una calma mentale, aumentando l’apprendimento e la memorizzazione. Diversi studi sono concentrati sul dimostrare come il rosmarino può aiutare in caso di disturbi degenerativi della mente. Mettere in diffusione quando si studia, o applicalo direttamente sulla testa, sul 7. Chakra e sull’occipitale, per stimolare la memoria e contrastare la caduta di capelli.

Ricette


Supporto alla speranza e una mente lucida

  • 5 gocce ciascuno di incenso, salvia, patchouli, lavanda, nardo, rosmarino e wild orange

Roll on da 10ml con olio vettore, applicare sul punto occipitale, punti di pulsazione sulla zona frontale del collo e polsi, oppure sui punti cerebrali corrispondenti sulla pianta del piede.

 

Pronto soccorso per la mente agitata

  • Adaptiv Touch (roll on) su palmi, nuca, cuore e piedi e inalare
  • 1 g di balance e 1 di serenity con olio vettore sui palmi, inalare e sulla nuca

In diffusione: 3 gocce ciascuno di ylang ylang, lavanda e neroli

 

Iperattività e agitazione

  • 1 goccia di lavanda, ylang ylang, legno di cedro, camomilla romana, vetiver e bergamotto

Diffondere, e applicare con roll on da 10ml sul punto occipitale, punti di pulsazione, o punti cerebrali corrispondenti sotto la pianta del piede con una piccola aggiunta di olio di cocco frazionato.

Conclusione personale

Aggiungo come sempre alcune considerazioni personali al tema trattato: il cervello. Grazie alla meditazione vipassana e mindfulness, oltre allo yoga ho iniziato un percorso di consapevolezza della mia persona a livello fisico, mentale ed emotivo. Mi hanno spronato ad effettuare le mie personali ricerche, le quali mi hanno portata ad approfondire le mie conoscenze del corpo, ma soprattutto della mente, del cervello e del suo funzionamento. Ho compreso così man mano l’importanza di una salute olistica attraverso le pratiche e attraverso l’alimentazione sana.

Allo stesso modo, provo grande gratitudine verso gli oli essenziali di doTERRA poiché, grazie alla loro magia ho potuto approfondire il mio viaggio verso una totale benessere psicofisico. Le essenze, sono la pura essenza magica della pianta, come per me lo yoga e la meditazione il canale verso la magia della mia essenza interiore, la parte di me più profonda che ma mano sta emergendo, e la metto a disposizione di tutti coloro che ne hanno bisogno come accompagnamento spirituale e olistico.

 

Contattami per una consulenza individuale, possiamo decidere insieme il percorso più idoneo a te in questo momento.

Se desideri acquistare gli oli essenziali come cliente o consulente riceverai validi aiuti sul loro utilizzo ottimale.

La prima consulenza è totalmente gratuita per conoscerci e valutare.

Buon vita sana e naturale a te

Namastè
Karuna

Fonti:

https://www.doterra.com/US/en/blog/healthy-living-ways-to-de-stress

https://www.doterra.com/US/en/blog/science-research-news-lavender-oil-serotonin

https://www.youtube.com/watch?v=n7T7vZr0c6s&t=1s

 

Alimentazione sana

Alimentazione sana

Cosa si intende per alimentazione sana?

10 buone ragioni per scegliere di mangiare sano e vegetale

I miglioramenti che si possono ottenere attraverso una sana alimentazione

Uso degli oli essenziali in cucina

Conclusione personale

 

 

Cosa si intende per alimentazione sana?


Alimentazione sana, benessere naturale ed essere in forma: queste sono le 3 tematiche di maggior interesse al giorno d’oggi.

Ho trovato molto interessatane l’intervista al dottor Giuseppe Cocca, tenuta nel talk show “Love & Soul”, qualche anno fa.

“In medicina si studia la malattia mentre io ho voluto studiare la salute, cioè la “ricchezza”, come fare in modo che le persone possano stare bene, perché se stanno bene non sono malate e non hanno bisogno di curarsi. Per questo mi sono appassionato di una cosa che si chiama: “Igiene Naturale”.”

Una sana alimentazione è principalmente un’alimentazione fisiologica, cioè in sintonia con le esigenze dell’organismo (esigenze digestive e assimilative.)

“Dovremmo mangiare quello che la natura ha predisposto per noi.”

La natura ha predisposto per noi un certo tipo di alimentazione, ovvero “prevalentemente crudista” e con alimenti che riusciamo a digerire bene.

Dobbiamo tenere presente due aspetti:

In natura ogni animale mangia solo il cibo che riesce a procurarsi, attraverso il corpo, cioè la sua struttura fisica esterna lo obbliga nella scelta alimentare. E tra i cibi che si può procurare, mangia solo quelli che i suoi sensi accettano, ovvero se i sensi dicono che è buono lo mangio. Altrimenti non lo mangio.

I cibi giusti, i cibi compatibili, i cibi vivi, i cibi digeribili, ed anche il digiuno quando serve, permettono al nostro organismo e al nostro sistema immunitario l’opportunità di operare al meglio, nel nostro personale interesse, consentendogli pertanto il massimo grado di potere e di reattività immunitaria, evitandogli gravi dispendi energetici e costanti distrazioni, dover continuamente combattere gli intrusi. Meno intrusi ci sono meno dispendio di energie è necessario.

karuna e limentazione

Come reagisce invece il nostro organismo quando non gli consentiamo una naturale funzione organica?

Ogni giorno il corpo decompone da 300 a 800 miliardi di cellule, che devono essere espulse il prima possibile dal sistema in quanto intasanti e tossiche. Se la nostra dieta include troppi alimenti trattati, questo materiale devitalizzato, unito alle scorie tossiche da decomposizione cellulare provoca lo squilibrio metabolico chiamato tossiemia. Grazie a una sana alimentazione, possiamo innanzitutto evitare l’intasamento e favorire una pulizia continua, evitando il sovraccarico di scorie accumulate per anni rendendo il nostro sangue denso e lipotossico: quando non circola fluidamente causando malattie cardiovascolari e svariate altre anche gravi patologie, che oggi giorno lo sappiamo proliferano ovunque ed ad ogni età.

10 buone ragioni per scegliere di mangiare sano e vegetale


Salute

La ragione principale, prima ancora dell’amore per gli animali o per la Terra, che dovrebbe spingere una persona a scegliere una sana alimentazione vegetale è la propria salute. Eliminare carne e latticini significa ridurre la quantità di grassi che immettiamo nel nostro corpo, eliminando così le principali fonti di occlusione delle arterie che portano a ictus e infarti, ma anche le principali fonti di obesità. Oltre alla bilancia, anche il resto dell’organismo ne risente, come l’enorme riduzione del rischio di contrarre il diabete di tipo 2.

Alimentazione completa

Sfatiamo un mito, non è vero che lasciando perdere la carne non si hanno a disposizione tutti i nutrienti necessari al corpo. Dalle proteine alle vitamine, si trova tutto in natura, basta sapere dove cercare. I legumi sono ricchi di proteine, tranne quelle di originale animale che infatti non servono al corpo umano.

Ricette economiche

Una sana alimentazione vegetale è anche estremamente economica. Cereali, legumi e verdura danno gli stessi nutrienti della carne (a volte anche migliori) ma con un costo inferiore. Negli USA sono stati pubblicati libri che pubblicizzano un’alimentazione vegetale con meno 4 dollari al giorno (meno di 3 euro) senza perdere nemmeno un nutriente.

Cibi golosi

La maggior parte dei cibi che più piacciono ai golosi (cioccolato, biscotti, ecc.) sono realizzati con prodotti vegetali come cacao e farina, mentre il latte e il burro si possono sostituire con tanti altri surrogati più sani. Xilitolo, sciroppo di acero, sciroppo di agave e altri dolcificanti naturali possono sostituite lo zucchero, soprattutto da eliminare è lo zucchero bianco, tutti i raffinati, vanno eliminati a priori, poiché sono stati derubati dei loro nutrienti. Difficile da crederci vero, lo so, ma guarda qui cosa, proponevano, le gradi aziende già oltre 60 anni fa, dove ogni medico può garantirti il contrario.

Sono cresciuta con lo slogan “Haribo macht Kinder froh und Erwachsene ebenso” (haribo rende felice di bimbi e anche gli adulti) e le adorava anche mia madre. Leggete gli ingredienti, ci si chiede come mai non c’è la scritta che avverte dei pericolo come sul pacchetto delle sigarette?

E tutte le pubblicità sullo zucchero e la nutella, che a sua volta è composta quasi esclusivamente da zucchero?

karuna e limentazione

 

Nestlé la più grande multinazionale a sfavore completo della salute, con le sue pubblicità da brivido?

karuna e limentazione

Siamo cresciuti anche con lo sloga “dove c’è barilla c’è casa”, vero?

karuna e limentazione

Siamo di fatti cresciuti con stereotipi che le multinazionali hanno voluto inculcarci per aumentare i loro fatturati, oggi possiamo scegliere consapevolmente di mettere la nostra salute al primo posto, alternando il gusto con la salute, senza rinunciare a nessuno dei due.

Inquinamento

Circa il 20% dell’inquinamento derivante dalle attività umane è collegato agli allevamenti o al trasporto/lavorazione di carne. Feci questa presentazione già un decennio fa in occasione dell’esame finale del primo anno del corso di “formatrice per adulti”, ovviamente non mi credette nessuno.

Facilità di preparazione

Mentre preparare cibi di origine animale è difficile e pericoloso (si possono ingerire virus, batteri o agenti chimici dalla carne non cotta nel modo giusto), preparare ricette vegetali è facile e veloce, l’ideale per quelle persone che hanno poco tempo per preparare la cena. Ma soprattutto non hanno gli stessi tempi e rischi di scadenza.

Diffusione

Esistono intere culture nel mondo che non mangiano animali o derivati di animali (si calcola che in India siano circa il 40% delle persone seguono una alimentazione vegetale, ovvero oltre 400 milioni di persone). L’induismo, lo yoga ed il buddhismo, hanno influenzato benevolmente le abitudini culinarie, a differenza delle religioni monoteiste. Negli Asham, centri spirituali, ovunque in India, si segue ovunque una alimentazione vegetale. Anche tutti gli animali cani e gatti compresi in un Asham seguono una dieta vegetale. Sono stata quasi un anno in India e ho girato molto.

Niente supplementi

La maggior parte degli “onnivori” necessita assolutamente di integrare vitamine e minerali, lo si può constatare nel grande business degli integratori. Infatti, accettiamo di più di assumere qualcosa, anziché togliere qualcosa, quando ci viene chiesto di pensare alla nostra salute. Sfatiamo inoltre il mito della vitamina B12, poiché oramai si è scoperto che tutti, soprattutto dopo i 50 anni, la dovrebbero integrare, poiché l’alimentazione scadente moderna non la supplisce sufficientemente.

Con una buona e sana alimentazione vegetale “equilibrata e naturale” non è necessario integrarla, ma per sicurezza è consigliata per ovviare a eventuali carenze.

Perfetta salute fisica e mentale

La dimostrazione che non ci sono carenze in una sana alimentazione vegetale la danno i personaggi famosi che hanno detto addio alla carne da anni, ma che continuano ad essere in perfetta forma fisica e mentale, altri oramai trapassati ma che hanno lasciato grandi tracce e saggezze: Mike Tyson, Brigitte Bardot, Pamela Anderson, Al Gore, Da Vinci, Einstein, Brian Adams, Dahlke Rüdiger, Bob Dylan, Clint Eastwood, M. Gandhi, Greta Garbo, Richard Gere, Dustin Hoffman, Whitney Houston, Michelle Hunziker, Michael Jackson, Jovanotti, Frank Kafza, Nastassja Kinski, Confucio, Jiddu Krishnamurti, Osho, John Lennon, Jennifer Lopez, Martina Navratilova, Gwyneth Paltrow, Michelle Pfeiffer, Brad Pitt, Prince, Julia Roberts, Rudolf Steiner, Sting, Oliver Stone, Barbara Streisand, Tiziano Terzani, Uma Thurman, Tolstoj, Tina Turner, Nikola Tesla, Van Damme, Stevie Wonder, e molti moltissimi altri. La prima società fu fondata in Inghilterra inizio ‘900, M. Gandhi ne faceva parte.

Etica

Dal punto di vista etico, eliminare del tutto la carne permette mediamente di salvare la vita a 50 animali all’anno per ogni persona, inclusa tutta la sofferenza con essa risparmiata.

Questi sono i motivi per cui io stessa fin da bimba dichiaravo apertamente di non voler mangiare gli animali, ma venni regolarmente forzata, grazie agli schemi e assunti dei miei genitori e la cultura nella quel vivevo. Il cambiamento è avvenuto gradualmente ed è stato un concatenarsi di eventi, di ricerche della salute fisica e mentale. E come disse Krishnamurti: dove c’è l’essenza la scelta non è necessaria.

 

I miglioramenti che si possono ottenere attraverso una sana alimentazione sono:

 

  • digestioni leggere a favore di un migliore metabolismo
  • miglioramento della circolazione in generale
  • fluidificazione del sangue
  • miglioramento della circolazione linfatica
  • una bellezza interiore ed esteriore tutta votata al naturale
  • risparmio energetico-digestivo (la digestione lenta e difficile è una delle fatiche più debilitanti a cui sottoponiamo giornalmente il nostro corpo)
  • conseguente rafforzamento del sistema immunitario
  • equilibrio nei valori diagnostico-tabellari, riduzione dei dolori e delle infiammazioni, o patologie debilitanti, causati dal materiale tossico fisico, che dalle tossine emotive.

 

Per evitare di consumare alimenti impoveriti di vitamine sono dispensabili alcuni semplici accorgimenti:

  • preferire alimenti di stagione, di produzione locale, possibilmente biologici;
  • preferire cibi freschi o poco cotti, poiché la conservazione e la cottura provocano il decadimento progressivo del contenuto vitaminico. Al contrario, la surgelazione ne favorisce il mantenimento;
  • evitare le primizie;
  • mangiare il crudo PRIMA del cotto
  • mangiare la frutta a digiuno e lontano dei pasti
  • cuocere in poca acqua, recuperando il liquido di cottura;
  • variare la qualità dei cibi
  • conservare frutta e verdura in frigorifero, al riparo da aria e luce;
  • preparare ortaggi e frutta solo prima di consumarli, lavandoli interi e tagliandoli solo successivamente;
  • utilizzare con regolarità cereali integrali come pane, pasta, fiocchi provenienti da coltivazioni biologiche;
  • conservare l’olio in bottiglia ben chiusa e al buio (vetro scuro);
  • praticare il digiuno intermittente: dalla cena aspettare almeno 16 ore prima della colazione, che sarà a base di frutta.

 

Vediamo come possiamo cambiare alcuni cibi con altri più salutari

La pasta integrale e di grani scelti, è di veloce preparazione, e in pochi minuti si possono spadellare tutte le verdure che ti piacciono.

Il riso integrale o meglio il riso rosso, oltre che lessato come qualsiasi altro cereale in chicco, si può lessare e condire con gli stessi sughi della pasta, oppure cucinare come un risotto, con un soffritto di olio di cocco, anziché burro, mantecandolo con del lievito alimentare in scaglie anziché con il parmigiano, contenente un grande apporto di vitamine.

Anche tutti gli altri cereali in chicco, soprattutto orzo, farro e miglio, si possono cucinare allo stesso modo.

Zuppe o vellutate che, si preparano praticamente da sole, non necessitano di particolare supervisione e, se serve, si frullano appena prima di essere mangiate. Sono l’ideale sia d’inverno, sia d’estate, se preparate in anticipo e lasciate raffreddare, per non “cuocerci” ai fornelli!

Piatti a base di seitan, tofu o tempeh, prodotti tradizionali delle cucine orientali: appagano e saziano, soprattutto se accompagnati da verdura cruda o cotta di contorno. Possono essere considerati dei “secondi”, ma la distinzione fra primo, secondo e contorno non è così forte quando si mangia una sana alimentazione: infatti, le verdure sono onnipresenti in qualsiasi piatto.

I legumi in vasetto già lessati sono rapidissimi da preparare e bastano un po’ di pane, delle patate lessate o altra verdura cotta o cruda per renderli un piatto unico. Molte ricette a base di legumi sono tradizionalmente presenti nei ricettari delle nostre nonne, oppure fanno parte della tradizione culinaria del Mediterraneo o del vicino Oriente. Possono essere consumati in forma di farina per creare ottime varianti vegetali della frittata, oppure di crêpes, omelette e piadine.

 

Un regime alimentare equilibrato permette di garantire un corretto apporto di nutrienti

Microelementi come vitamine, probiotici, sali minerali, fibre e proteine sono sostanze contenute nel cibo che hanno lo scopo di migliorare il funzionamento dell’organismo, favorire lo stato di benessere dell’individuo e, allo stesso tempo, sopperire a carenze alimentari.

A cosa servono esattamente? Ad esempio, la vitamina A per le ossa e lo sviluppo, la B per il funzionamento del fegato, la C è un anti-aging, la E un antiossidante, la D per assorbire il calcio, ecc. I sali minerali sono sostanze nutritive che regolano il metabolismo.

Questi nutrienti costituiscono la famiglia dei cosiddetti “integratori alimentari”, le cui proprietà sono note fin dall’antichità.

 

Legumi

Molte persone evitano di mangiare i legumi a causa della produzione di gas intestinali e del conseguente gonfiore addominale. Ciò è dovuto alla mancanza di un enzima necessario a digerire alcuni zuccheri presenti nei legumi. Il problema può essere arginato aumentando il loro consumo in modo da “educare” gradualmente la flora batterica, e mettendoli in ammollo oltre le 24 ore, cambiando l’acqua due volte la giorno.

I legumi in vasetto già lessati sono rapidissimi da preparare e bastano un po’ di pane, delle patate lessate o altra verdura cotta o cruda per renderli un piatto unico. In forma di farina sono facili da usare, per creare ottime varianti vegetali della frittata, oppure di crêpes e omelettes.

Quelli secchi sono particolarmente ricchi di proteine, fibre, vitamine, ferro, calcio, zinco, magnesio e potassio.

Humus di ceci

 

Piadina di ceci, si può fare anche con le lenticchie

karuna e limentazione

I cereali orzo, farro, miglio e riso, oltre che lessati, li possiamo cucinare anche come i risotti, con un soffritto di olio anziché burro, mantecandoli con del lievito alimentare in scaglie (privo di effetto fermentativo) anziché con il parmigiano. Questo insaporitore naturale può sostituire facilmente altri tipi di condimenti per le verdure o per altre pietanze.

Il lievito alimentare è consigliato a fine cottura anche sui nostri amati piatti di pasta, ed è un’ottima fonte di vitamine del gruppo B, aminoacidi essenziali, fibre e ferro. Talvolta viene arricchito di vitamina B12. Per rendere super saporite le vostre zuppe e vellutate, vi basterà aggiungerlo, in base alle quantità e ai vostri gusti, uno o due cucchiaini di lievito alimentare in scaglie. Se volete evitare il dado, potete unire anche un pizzico di curry in polvere.

Couscous senza glutine di grano saraceno con verdure grigliate

 

Attrezzatura

  • piastra di pietra oliare
  • disco spartifiamma

Ingredienti per 4 persone

  • 280 gr di couscous di grano saraceno
  • 400 ml di acqua o di brodo vegetale (in genere si utilizza una parte di brodo bollente per una parte di couscous, altre volte il rapporto è di 2/1. Bisogna seguire le indicazioni sulla confezione)
  • 1 melanzana
  • 2 zucchine
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • 1 cucchiaio di timo essiccato
  • 6 foglioline di basilico fresco
  • 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva q.b.

Preparazione:

Lava le verdure, mondale e tagliale a fette.

Metti il couscous in una pentola e versa 1 cucchiaio di olio, versavi sopra l’acqua o il brodo bollente. Amalgama e lascia riposare 5 minuti.

Nel frattempo, metti sul fornello il disco sparti fìamma, quindi appoggia la piastra in pietra oliare con il suo supporto e ungila appena con olio. Quando sarà ben calda, disponi un po’ di fette di verdure alla volta. Dopo 2-3 minuti (in base al calore della piastra e allo spessore delle fette) girale in modo che si cuociano anche dall’altro lato. Adagia le verdure grigliate su un piatte^ e tagliale a quadratini. Unisci questi al couscous riposato e gira bene.

Servi il couscous tiepido, accompagnato dalle foglie di basilico, condito con un filo dolio extravergine d’oliva a crudo e il timo (può essere sostituito da una punto di stuzzicadente di olio essenziale di timo).

 

Un pranzo leggero ma nutriente by Cibo Passione Vegana

 

Uso degli oli essenziali in cucina


Gli oli essenziali quando sono puri e di grado terapeutico possono essere ingeriti e consumanti con i nostri cibi per arricchirli e insaporirli, rendendo un piatto gradevole all’olfatto, beneficiando dei loro principi attivi, quando consumati con piatti freddi, o non riscaldati oltre i 40gradi, oppure aggiunti a fine cottura.

Puoi aggiungerli nei tuoi prodotti da forno aggiungendoli all’impasto massimo 10 gocce, oppure dopo la cottura dei muffin, 1 goccia per muffin, oppure alle tisane, ai frullati, soprattutto gli agrumi, oltre allo zenzero, lavanda, e cardamomo, per questi tre meglio provare prima con lo stuzzicadenti preventivamente inzuppato nella bottiglietta. Puoi aggiungerli alla tua frutta cotta, possibilmente a fine cottura, o alla macedonia, oppure ai tuoi drink analcolici e sbizzarrirti in tutta salute, senza controindicazioni, puoi guidare e svegliarti fresco e riposata il giorno dopo.

Una ricetta facile e gustosa, da preparare la sera prima, quando hai voglia di un formaggio fresco da spalmare su crostini per uno spuntino goloso, o come abbiamo detto prima un party in salute.

karuna e limentazione

Ricetta semplice come base, a cui puoi aggiungere spezie, olive, pomodorini secchi e quello che la fantasia ti suggerisce, ad esempio delle erbette a tua scelta triturate, oppure 2 gocce di olio essenziale al pepe nero, ma anche qui largo alla fantasia.

Ingredienti:

  • 500 di yogurt di soia naturale (non dolcificato lo prendi nei negozi biologici)
  • il succo di 1/2 limone
  • 1/2 cucchiaino di sale

Prendi una tazza profonda ed un imbuto. Fodera l’imbuto con della garza o tessuto per formaggio. Versa lo yogurt metti in frigo per almeno 24h. Il siero colerà nella tazza, mentre nella garza resterà il formaggio. Metti in una ciotola e aggiungete il succo di limone e il sale.

Spalmatelo e godetelo a pieno! Ovviamente poi si può personalizzare come si vuole; erba cipollina, pepe, peperoncino e molto altro a gusto.

Cosa fare degli scarti della centrifuga?

Li possiamo riciclare per la farcitura di deliziose crostate dolci e salate, o le bombe vitaminiche:

BLISS BALLS – ricetta crudista per 16 palline circa

karuna e limentazione

  • resti di centrifuga (mela, pera, carota, barbabietola)
  • mandorle tritate e semi vari (girasole, lino, sesamo, chia, zucca)
  • frutta secca sminuzzata (uvetta, datteri, albicocche, goji, fichi)
  • 50-100gr. di farina di cocco
  • 1 cucchiaino di sciroppo d’acero
  • 2 cucchiai olio di cocco
  • 2 cucchiai di farina di cocco grattugiato
  • 1 goccia ciascuna di wild orange, zenzero e cardamomo

 

In una terrina unisci ai resti della centrifuga e tutti gli ingredienti, amalgama bene l’impasto con le mani e aggiusta la consistenza con la farina di cocco, deve essere possibile formare delle palline compatte di dimensioni simili, ma non troppo dure. In un piatto metti la farina di cocco grattugiata e passaci delicatamente le palline. Infine, le disponi in un recipiente coperto per almeno 2 ore in frigorifero dove si conservano per diversi giorni. Puoi anche congelarle e poi portare con te nelle tue escursioni, sul lavoro, in viaggio e molto altro.

Uno smoothie energetico

karuna e limentazione

Una vera miniera di vitamine e sali minerali per il tuo corpo. Utile in questa stagione, che ci richiede più vitalità. Questo frullato è ideale anche per chi fa attività fisica: bevilo dopo l’allenamento.

  • 100g spinaci freschi
  • 2 carote
  • 1 barbabietola
  • 1/2 cetriolo
  • 2 gocce di zenzero

Lava con cura gli spinaci e asciugali. Sbuccia le carote e il cetriolo. Tagliali in pezzi grossolani e mettili nel frullatore.

Accendi il frullatore alla velocità massima per circa 30-40 secondi, aggiungi l’essenza. Bevi subito.

 

Chips di cavolo nero

Tagliate a pezzi le foglie di cavolo nero, cuocetele in forno con 2 cucchiai di sesamo

Per la preparazione della salsa:

  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 goccia di cardamomo

 

Gli oli doTERRA che puoi utilizzare e testare in cucina sono pepe nero, pepe rosa, curcuma, basilico, limone, origano, cardamomo, i citrici al completo, la maggiorana, rosmarino, zenzero, cassia, cannella, semi di sedano, finocchio, lemongrass, salvia, menta piperita e menta spicata, timo.

Possono essere utili zengest, la miscela che sopporta una buona digestione, o zendocrine, la miscela che può aiutare una buona funziona del fegato, per una azione disintossicante, oppure smart & sassy, la miscela a supporto del metabolismo.

In quanto agli integratori doTERRA è stata molto attenta ed ha effettuato molte ricerche e studi, e ha creato degli ottimi supporti, quali il trio Lifelong Vitality Pack, i probiotici PB Assist+, le vitamine adatta a grandi e piccini A2z, e il

 

Conclusione personale


Personalmente devo allo yoga e all’alimentazione vegetale la mia totale guarigione dalle patologie dell’artrosi e diverse altre di cui parlo anche in altri articoli e come sempre ripeteva la mia omeopata: mi sono praticamente curata da sola attraverso i rimedi naturali, motivo per cui li offro a te, ogni settimana un tema diverso.

Allo stesso modo devo ringraziare i prodotti doTERRA poiché oggi anche mia madre, di 89 anni, gode di ottima salute, con un buon sistema immunitario e le sue articolazioni sono davvero in ottimo stato.

Entra a far parte del mio team come cliente e riceverai validi aiuti sull’utilizzo ottimale dei prodotti, oppure puoi decidere di diventare consulente e cliente fedele per avere ulteriori benefici e sconti, come ad esempio un prodotto al mese gratuito, o molti altri vantaggi.

Ti aspetto per darti tutte le delucidazioni possibili e valutare insieme quale possa essere il percorso fatto su misura per te, che ovviamente potrà cambiare con il tempo.

Buona SANA ALIMENTAZIONE sperimenta, divertiti e fammi sapere come va.

Namastè
Karuna

 

Molte foto sono della consulente Alexandra di Cibo e passione vegana, che organizza corsi di cucina vegana: https://www.cibo-passione-vegana.com

Svelate le bugie delle multinazionali sullo zucchero a favore della salute

https://www.greenme.it/mangiare/alimentazione-a-salute/zucchero-bugie-multinazionali/

Consiglio la visione del video di Love & Soul con il dottor Giuseppe Cocco

https://www.giuseppecocca.it/cosa-si-intende-per-alimentazione-sana/

 

Gestire lo Stress

Gestire lo Stress

Cos’è lo stress e come rimediare con i rimedi naturali?

Sentiamo molto parlare di stress, e da quando la nostra vita ha dovuto affrontare in pochissimo tempo una serie di cambiamenti ad ogni livello; Sociali, lavorativo, fisico e mentale. tutto questo ha creato un disequilibrio che in poco tempo ha fatto vacillare tutte quelle sicurezze che fino a poco tempo fa si davano per scontate

Magari in questo momento desideri poter riprendere il controllo della tua vita, tornare ad incontrarti con amici e parenti senza dover temere qualche tipo di ripercussione, o semplicemente riuscire ad avere un equilibrio psicofisico che ti permetta affrontare la vita con serenità senza farti travolgere emotivamente dai cambiamenti e dalle influenze provenienti dall’esterno.

Lo stress è una insieme di reazioni messe in atto da un individuo, o meglio la mente, di fronte a stimoli esterni percepiti come destabilizzanti, inaspettati e spesso minacciosi.

Che si tratti di un periodo intenso di lavoro, o un cambiamento inatteso, le situazioni stressanti variano da persona a persona, e inducono una modifica dell’equilibrio di chi li subisce, sia dal punto di vista fisico che mentale ed emotivo. Pensiamo alle catastrofi naturali, o ad un lutto, un licenziamento, ma anche un cambiamento, una situazione magari nuova non conosciuta.

“ Sotto il profilo fisico lo stress si manifesta con l’immissione di un maggior quantitativo di adrenalina nell’organismo, con sovraccarico delle ghiandole surrenali.”

Quando la situazione persiste lo stress porta ad esaurimento fisico: stanchezza, depressione, tensione, insonnia, problemi digestivi, sono tutti sintomi di un sovraccarico fisico e mentale conseguente uno stress persistente.

In questo caso è utile correre ai ripari, prima di arrivare ad un esaurimento completo.

Come poterci aiutare a prevenire con il supporto dei rimedi naturali e quali?

Molte volte diamo per scontato cose che poi alla fine scontate non sono, come ad esempio una sana alimentazione, una attività fisica costante che permetta al corpo di scaricare tensioni accumulate nel tempo, oppure il sonno importantissimo per il nostro recupero. Queste scelte di vita hanno la capacità di influenzare il processo fisico ed emotivo dello stress, migliorato efficacemente la risposta allo stress, semplicemente accogliendo uno stile di vita più sano, acquisendo maggiore energia, lucidità mentale e serenità interiore.

Sempre più persone infatti si stanno orientando verso le discipline orientali, il cibo sano, i rimedi della natura tra cui gli oli essenziali

Ad esempio l’alimentazione sana essenziale per il funzionamento delle cellule del nostro corpo, tra cui quelle difensive immunitarie che proteggono il corpo dagli agenti estranei. In particolare non bisogna mai sottovalutare l’assorbimento di Vitamine, in particolare quelle del Gruppo B come la Vitamina B8, o l’acido folico. Le vitamine del gruppo B sono dei veri e propri regolatori dell’organismo.

Mentre il sonno viene regolato dagli ormoni glucocorticoidi, che sono gli elementi essenziali per la risposta allo stress, la cui carenza con il tempo, può portare a processi patologici, ecco perché quando magari non dormiamo abbastanza siamo più facilmente irritabili, ti risulta?

Inoltre l’attività fisica migliora il tono muscolare ed è molto efficace per concentrare e calmare la mente come valvola di sfogo e rilascio di tensioni. Aiuta a elaborare la situazione e a prendere scelte utili, come una bella passeggiata o corsetta tutti i giorni di almeno 30 minuti a passo sostenuto.

Inoltre in qualità di insegnante di yoga e di meditazione vipassana e mindfulness consiglio la pratica di queste discipline, che ci permettono di fermarci, rilassarci ed essere consapevoli di ciò che sta accadendo, in ogni momento, ogni istante della nostra nostra vita, semplicemente osservando i nostri pensieri, le nostre ossessive ripetizioni, e le rispettive tensioni che ne derivano, nel corpo e nella mente.

L’antica scienza dello yoga ci porta a confrontarci con i nostri limiti, ci permette di concentrarci, di liberare la mente, anche attraverso lo sforzo, calmando le tensioni e aumentando il tono muscolare, il benessere generale di corpo e mente.

La respirazione profonda ci permette di entrare in contatto con una parte di noi che diamo per scontato, il respiro, che avviene in modo automatico e che cambia visibilmente appena subentrano gli stati di emotivi e di stress, creando affanno, tachicardia. Mentre una corretta e profonda inspirazione aumenta l’afflusso di ossigeno al cervello per aiutarlo a funzionare meglio, e la profonda, lunga e lenta espirazione aiuta a sciogliere le tensioni, anche attraverso i sospiri a bocca aperta.

La meditazione è un regalo immenso che ognuno di noi dovrebbe regalarsi tutti i giorni, poiché meditare, vuol dire semplicemente essere presenti a se stessi, ai propri pensieri, alle proprie abitudini, i propri meccanismi. Aiuta infatti a gestire le emozioni portando l’individuo a uno stato di adattamento e consapevolezza degli eventi stressanti, creando la trasformazione, da uno stato non consono, non desiderato, a quello desiderato, che in genere è serenità e pace in ogni momento.

 

Oli essenziali

È stata ampiamente dimostrata, in ogni olio essenziale, la compresenza di proprietà rilassanti e stimolanti. L’Aromaterapia definisce queste sostanze “adattogene”, in quanto intervengono sull’organismo svolgendo l’azione più idonea a ritrovare l’equilibrio dell’individuo.

Arancio

La più saliente e interessante proprietà di questa essenza è calmante e rinvigorente. Il suo utilizzo, in alcuni soggetti, ha condotto a una sensibile riduzione del consumo di psicofarmaci.

Bergamotto

Olio essenziale fresco e gradevole, ottenuto dalla scorza dell’agrume ancora acerbo. È stato dimostrato in laboratorio la sua capacità contenitiva nelle condizioni di stress e sugli stati ansiosi correlati.

Camomilla

La camomilla è nota soprattutto per le proprietà inducenti il sonno del suo infuso. Contrasta la carica emotiva, calmando ansia, irritabilità e nervosismo. Ottimo da usare prima di meditare per alleggerire la mente e creare una atmosfera di pace e serenità.

Geranio

Essenza dal gradevolissimo profumo di fiori, fresco e rigenerante, quella del geranio è un ottimo coadiuvante contro la tensione e lo stress. Aiuta a lasciare andare i ricordi difficili, riportandoci nel qui ed ora, in pace e tranquillità, donando speranza.

Gelsomino

Riconosciuta da sempre come l’essenza dell’ottimismo e della fiducia, l’olio essenziale di gelsomino è un valido aiuto in caso di depressione, poiché rinvigorente emotivo, aumentando le capacità intuitive e la saggezza.

incenso doTerra

Incenso

È un olio dalle origini antichissime, originario della Penisola Arabica e dell’Africa Orientale, di cui già la Bibbia narra le proprietà benefiche e spirituali.

Aiuta a concentrare le energie, e ridurre le distrazioni, migliorando la concentrazione. Attenua l’iperattività, l’impazienza, l’irritabilità ed il nervosismo.

Lavanda

Considerato l’“olio universale“, è l’olio essenziale per antonomasia, l’adattogeno ideale, in grado di ripristinare l’equilibrio compromesso dell’organismo.

Stimola la coscienza, la salute, l’amore, la pace, un senso generale di benessere e la creatività.

Ylang Ylang

Dal profumo dolce, e per alcuni, anche stucchevole (afrodisiaco), sviluppa i propri benefici effetti sugli stati di ansia e di stress. Agisce sull’energia sessuale e migliora le relazioni, può stimolare le ghiandole surrenali, calmando la rabbia.

Altri oli essenziali consigliati per una sana diminuzione degli effetti dello stress, da mettere in diffusione, da inalare direttamente o da utilizzare topicamente (con i nostri comodi roll on) sono sicuramente: neroli, rosa, magnolia, tanaceto blu, abete siberiano, basilico.

adaptive doterra

Tra le miscele consiglio vivamente adaptiv, al momento la mia preferita, ma anche i nostri cavalli di battaglia serenity e balance. Inoltre da qualche tempo ho scoperto la splendida miscela console. Senza dimenticare la nostra amata hope, il cui ricavato va interamente in beneficenza, air, la miscela del respiro, zengest la miscela per stimolare una buona digestione, anche mentale, ed infine deep blue, per distendere muscoli, fibre e tensioni in generale.

 

Utilizzi

  • versa 2 gocce sul cuscino
  • 1-2 gocce sul palmo delle mani, frizioniale fra loro, avvicinale al naso ed inspira profondamente più volte
  • 5-10 gocce e 2 cucchiai di olio vegetale da applicare sul torace, collo, polsi, piante dei piedi e tempie

 

Sacchettino profumato:
imbevi un batuffolo di cotone con 2-4 gocce di essenza e chiudilo in un sacchetto con zip, oppure utilizzia una bottiglietta a chiusura ermetica, per avere sempre con te il tuo rimedio a portata di mano.

Gioielli a diffusione naturale come quelli home made by Angelina (collane con rudrasca) e Celine (bracciali)

Applica alcune gocce sulla collana o sul bracciale e indossali il più possibile, potrai variare l’essenza o mischiarle tra di loro a tuo piacere.

In casa e in auto:
Puoi godere degli effetti benefici degli oli essenziali anche mettendone alcune gocce in una pallina di tessuto o di cotone all’interno della nostra auto, nell’asciugatrice per ottenere panni puliti e profumati o nell’aspirapolvere per diffondere le molecole profumate anche durante le operazioni di pulizia della casa.

 

Ricette
Da inalare direttamente dai palmi delle mani, o per un rilassante massaggio su tutto il corpo, consiglio di preparare un roll on da 5ml e olio di cocco frazionato e:

  • 4 gocce di lavanda
  • 4 gocce di ylang-ylang
  • 3 gocce di geranio
  • 2 gocce di basilico
  • 1 goccia di sandalo

Pronto soccorso: roll on da 10ml con olio di cocco frazionato
10 g Neroli
10 g Ylang Ylang
10 g Lavender

In diffusore io sto utilizzando con enorme successo 2 gocce di ylang ylang, 3 gocce di geranio e 3 gocce di adaptiv.

Il mio profumo rilassante preferito, sovrappongo i roll on di rosa, gelsomino, magnolia e neroli, lo applico sui polsi e nel palmo delle mani e inalo profondamente. In genere questa è una miscela che piace a tutti, anche se a volte uno o più di questi oli possono non essere graditi, insieme creano un aroma irresistibile.

La mia capsula anti stress: 1 goccia di lavanda, 1 goccia di ylang ylang e 1 goccia di camomilla romana, con dell’olio di oliva e assunta con un po’ di acqua.

Stop! Respira e osserva ciò che accade.

 

Namastè
Karuna

Polifenoli

Polifenoli

Polifenoli potenti molecole vegetali per proteggere il nostro organismo

Con il termine polifenoli si fa riferimento a un vasto gruppo di sostanze organiche naturali, i più diffusi in natura sono i flavonoidi, i tannini, le lignine, gli antrachinoni e le melanine e vengono prodotti da vegetali, batteri, funghi e animali e hanno un’importanza primaria nell’alimentazione e in ambito farmacologico.

Quali sono le capacità e i benefici dei polifenoli?
• antiossidanti proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi, dall’invecchiamento cellulare causato da fumo, agenti inquinanti e raggi Uv, attacchi virali e stress fisico
• antinfiammatorie possono proteggere le cellule dallo stress ossidativo e avrebbero, tra le altre, proprietà in grado di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo;
• anticancerogenica mostrano un impatto positivo nelle fasi iniziali di sviluppo del cancro, proteggendo le cellule contro l’attacco diretto da carcinogeni soprattutto per quanto riguarda alcune forme di tumore come quello alla pelle, ai polmoni stomaco, colon, pancreas…
• antibatteriche, antipruriginose, antiparassitarie e citotossiche
• antiaterogena poiché limita l’ossidazione dei lipidi e delle Ldl che è la principale causa dello sviluppo dell’arteriosclerosi e di varie malattie come ictus e trombosi e varie malattie cardiovascolari

Cosa crea la carenza di polifenoli e pertanto di una salute ottimale?
Il nostro stile di vita moderna ci porta a consumare sempre più cibi precotti, congelati, elaborati, prodotti animali, e i suoi derivati in eccesso.

La sapevi invece che una dieta equilibrata di cereali integrali, frutta e verdura di stagione (fresche) e per quanto possibile crude, al massimo cotte al vapore o bollite, è il miglior modo per sfruttarne le proprietà antiossidanti dei polifenoli visto che la cottura ne riduce in modo consistente l’apporto? Mangiare cibi crudi naturali cambia in qualche modo la nostra consapevolezza alimentare; frutta e verdura crude, vengono quindi considerate il “piatto forte” e non sono più un contorno.

I polifenoli abbondano In natura; ne sono stati classificati circa 8000, si trovano nelle verdure dallo spiccato colore verde e a foglia, nonché nei frutti con colorazione tendente al rosso. Inoltre il te verde è una risorsa importante di polifenoli, raccogliendo in un solo alimento più tipi di composti fenolici.

Seguire la stagionalità e scegliere verdura e frutta colorata permette di fare un pieno di polifenoli e salute. In ogni stagione, quindi in estate ed in inverno soprattutto, dobbiamo concentrare la nostra attenzione sulla scelta dei cibi crudi.

Per tutti questi motivi è molto importante quindi, quando è possibile, acquistare prodotti non trattati (biologici) e soprattutto consumare anche la buccia della frutta.

Gli alimenti ricchi di polifenoli sono: aglio, agrumi, broccoli, ciliegie, cipolla, tutta la frutta fresca e secca, i frutti di bosco, pomodori, peperoni, tutte le verdure, tè verde, mosto, cacao e olio di oliva.

Bisogna considerare che l’uomo ha più bisogno delle piante di quanto le piante non abbiano bisogno dell’uomo. Per questo deve essere nostro interesse primario quello di proteggerle, e di rimando proteggere noi stessi e i nostri cari.

Come possiamo farlo, ognuno nel suo piccolo?

Incrementando le coltivazioni biologiche e rispettando i cicli naturali. Le lavorazioni utilizzate, infatti, salvaguardano l’ecosistema agricolo e la biodiversità, permettendo uno sviluppo rurale sostenibile.

Lo sapevi che il Deep Blue Polyphenol Complex è progettato proprio per offrire un supporto naturale senza pari?
La linea Deep Blue® infatti é apprezzatissima da molti sportivi per la sua capacità di dare sollievo ai muscoli, alle articolazioni, ai legamenti indolenziti, doloranti e infiammati.

La miscela di oli CPTG Deep Blue® e la crema Deep Blue Rub® hanno dato conforto a molti e si sono guadagnate la fiducia di chi li utilizza. Spesso abbiamo parlato di questi prodotti, ma non abbiamo ancora approfondito i benefici delle capsule che si prendono internamente.

  • studiato clinicamente per la sua capacità di promuovere la mobilità e supportare la salute di molti tessuti
  • nato per offrire un sollievo naturale senza paragoni
  • miscela unica contenente estratti di polifenoli (antiossidanti naturali presenti nelle piante, di Frankincense (incenso), Turmeric (curcuma), Ginger (zenzero), melagrana, acini d’uva e tè verde.

L’incenso indiano é usato da sempre per le sue proprietà lenitive ed é una costante nella tradizionale medicina Ayurvedica, insieme alla curcuma (presente nel curry e utilizzata come spezia). La scienza ne ha studiato il ruolo importante nell’alleviare muscoli e giunture sottoposti a sforzi, riconosciuti ora da esperti in tutto il mondo.

È oggetto di molte emozionanti ricerche sulla prevenzione e il supporto all’anti invecchiamento e sul benessere.

Lo zenzero raccomandato per i suoi naturali effetti calmanti. é stato usato per secoli in Asia, sia come medicina popolare, sia come spezia.

Deep Blue Polyphenol Complex® offre i benefici dei polifenoli delle bevande più salutari quali tè verde, vino rosso, succo d’uva e succo di melagrana.

La melagrana (frutto sacro) ricca di polifenoli ad alto peso molecolare, come la punicalagina, non vengono assorbiti nello stomaco e nell’intestino tenue, raggiungendo il colon in modo quasi inalterato, provocando una modulazione della composizione del microbiota intestinale, popolazione di microrganismi benefici per l’essere umano. Da anni vengono realizzati diversi studi sulle capacità antiossidanti e antinfiammatorie che presentano le punicalagine, collegandole alla prevenzione di diverse malattie come il cancro alla prostata, il cancro della mammella e l’obesità.

Negli acini dell’uva troviamo Il resveratrolo  una molecola vegetale in quantità maggiori nel vino rosso rispetto al vino bianco. Utile ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, stimola la produzione di collagene, dona tono ed elasticità alla pelle, e presenta eccellenti proprietà curative.

Il tè verde, fonte alimentare più ricca di EGCG composto naturale appartenente al gruppo delle catechine, ossia flavonoidi appartenenti alla famiglia dei polifenoli. È in grado di alleviare i sintomi dell’artrite e rallentarne la progressione esercita effetti antinfiammatori mediante il blocco di proteine e fattori che favoriscono l’infiammazione, ottimo rimedio l’invecchiamento della pelle, previene la formazione di rughe e, grazie alle sue proprietà antiossidanti, previene il danno dei radicali e dei raggi UV.

Per questo e tanti altri buoni motivi è consigliato integrare questa benefica linea al tuo benessere quotidiano.

Si può assumere al bisogno o anche quotidianamente per benefici a lungo termine.

Assumere 1 capsula al mattino e 1 alla sera insieme al pasto.

Scopri come posso guidarti nelle benefiche proprietà degli oli essenziali

Al tuo benessere, Namastè

Karuna

Articoli correlati:
sane abitudini quotidiane

Allergie Stagionali e rimedi naturali

Allergie Stagionali e rimedi naturali

 

Gli esseri senzienti sono provvisti di un sistema immunitario, con un ruolo fondamentale: difendere l’organismo dagli attacchi di batteri e virus che lo minacciano.

Nel caso delle allergie si tratta di lottare contro sostanze che risultano innocue per la maggior parte della gente, ma non per alcuni, innescano così una reazione che viene definita allergene. A questo punto il sistema immunitario rilascia gli anticorpi, proteine che inviano un messaggio alle cellule: “blocca quella sostanza”, le cellule a loro volta rilasciano istamina, che provoca la dilatazione dei vasi sanguigni, ed anche altre sostanze chimiche che innescano la sintomatologia allergica.

Le allergie rappresentano l’esempio più comune di malattia attribuibile al malfunzionamento del sistema immunitario e sono le più diffuse. La domanda sarebbe: cosa mette fuori uso il sistema immunitario di per se perfetto?

“Fa che Il cibo sia la tua medicina”

Con i suoi 300 mq di estensione l’intestino rappresenta il fronte immunitario più importante, contenendo circa l’80% delle cellule immunitarie dell’organismo.

Allora bisogna citare Ippocrate, il quale già 2’500 anni fa sosteneva l’importanza di come ci alimentiamo, studiando i testi antichi egizi e sumerici, oltre alle opere letterarie composte nel corso dei millenni, tra cui le Sacre scritture himalayane dei Veda-Vedanta (5000 fa).

Un intestino sano è fondamentale per il benessere dell’intero organismo, attraverso di lui il nostro corpo assimila e assorbe le sostanze nutritive vitali per la nostra salute e l’equilibrio biochimico che ci garantisce il benessere. Un ruolo importante dei batteri intestinali riguarda anche la sintesi di alcune vitamine ed assorbimento di calcio, magnesio e ferro. Da tenere poi presente che il microbiota intestinale (uno degli elementi fondamentali di tutto l’ecosistema intestinale) è popolato da microrganismi diversi, il loro numero sostanzioso alza le risposte immunitarie del corpo, al contrario una bassa biodiversità favorisce l’insorgenza di malattie come allergie, eczema ed altri disturbi ricorrenti come cistite, coliche, stipsi, difficoltà digestive

Sono certa che hai già sentito parlare di biodiversità sul pianeta, della sua vitale importanza per tutti noi e della sua minaccia al momento vero? Esattamente la stessa cosa accade proprio nel nostro intestino, la sua biodiversità è un principio vitale per il suo ottimo funzionamento.

Va da sé che gli stimoli esterni quali stress, viaggi, fumo, infezioni, cambiamenti delle abitudini alimentari, una alimentazione scorretta, l’uso di farmaci o l’avanzare dell’età, possono alterarne la composizione causando un disequilibrio intestinale, che può scaturire in diverse patologie.

Nei primitivi le sostanze allergiche erano più numerose, allora come mai oggi ne soffriamo ancora tanto?
Si è così scoperto che i primitivi riuscivano a contenere perfettamente gli stati allergici, poiché avevano una migliore alimentazione, più naturale, il sistema immunitario era sollecitato in forma nettamente minore, ed era così pronto a difendere meglio l’organismo dagli attacchi esterni.

Teniamo in seria considerazione che dal dopoguerra in avanti l’industria alimentare divulga, grazie alla propaganda, una diseducazione sui cibi, rimpiazzando così convinzioni e stili di vita millenari, che anch’essi a loro volta avevano dei limiti.
Solo il 10% della popolazione si alimentava con cibo di origine animale, tant’è che cancro, diabete e obesità erano assenti. mentre oggi la situazione si è rovesciata, a confronto del resto d’Europa, l’Italia vanta il 10% tra vegetariani e vegani.

Arnold Ehret e Luis Kuhne dichiaravano nel 1910 che, la guarigione avviene attraverso una pulizia interna.

Lo yoga e la pratica della meditazione hanno lo scopo di purificare sia il corpo che la mente, per sollevarlo dal fardello delle tossine mentali e fisiche, onde raggiungere un luogo di totale equilibrio e benessere.

Nel paesi occidentali si stima che circa il 25% delle persone soffra di una patologia di natura allergica. Tra queste l’aumento costante dell’incidenza delle patologie respiratorie allergiche osservato negli ultimi decenni coinvolge sia i paesi industrializzati che quelli in via di sviluppo. Si stima che, nel mondo, 400-500 milioni di persone soffrano di rinite allergica e che il 10-20% di loro soffra di disturbi non adeguatamente controllati, malgrado l’utilizzo di medicamenti sintomatici.

 

Come possiamo allora gestire i fastidi stagionali in modo naturale?

Come abbiamo già detto l’alimentazione ed un corretto stile di vita, nonchè l’attività fisica, sono imprescindibili per una buona salute generale, atta a sostenere un buon funzionamento del nostro sistema immunitario.

Inoltre possono essere nostri alleati anche gli oli essenziali, ma solo quelli di puro grado terapeutico, che sono una combinazione efficace per contrastare le allergie, inoltre contribuiscono a mantenere libero il naso e donano sollievo contro prurito e lacrimazione oculare.

In caso di allergie si consiglia soprattutto il trio lavanda (proprietà calmanti e antistaminiche, limone (purificante naturale, stimola la decongestione e la riduzione del muco) e menta piperita (calma i tessuti infiammati grazie alle sue proprietà antinfiammatorie).

Possiamo ottenerli anche in forma già pronta nella versione Triease, come miscela stagionale che contiene 2 gocce di lavanda, 2 di limone e 2 di menta piperita in un soffice gel vegetale (softgel).

Altri oli essenziali utili nel controllo delle allergie stagionali da tenere in casa sono l’eucalipto, il quale contribuisce a liberare le vie respiratorie e supporta il sistema respiratorio in generale. La melaleuca con le sue proprietà antinfiammatorie e decongestionanti, ed è in grado di distruggere agenti patogeni aerei che causano l’allergia, e la miscela air, miscela della respirazione, (alloro, menta piperita, eucalipto, melaleuca, limone, ravensara, cardamomo).

Una miscela assolutamente indispensabile per tutti, soprattutto in casi di deficit del sistema immunitario a causa di quanto già esposto, è On Guard, un combinazione degli oli essenziali wild orange, chiodi di garofano, cannella, eucalipto e rosmarino. Diffondila o inalala direttamente dalle mani, e ottima da spalmare sotto la pianta dei piedi. Massaggia con 1 goccia di On Guard e 15 gocce di olio di cocco frazionato la ghiandola del timo per rinforzare le difese immunitarie. Oppure la mia preferita, metti una goccia di On Guard sotto la lingua tutti i giorni 1-2 volte, oppure assumi una softgel già pronta, al giorno.

 

Abbiamo inoltre già parlato dell’importanza della corretta alimentazione vegetale, e soprattutto il più naturale possibile, e allora si consiglia 10 giorni massimo al mese di GX Assist, una combinazione di oli essenziali quali l’origano, la melaleuca, il limone, la citronella, la menta piperita ed il timo, per disintossicare in modo naturale, per massimo 10 giorni consecutivi a supporto del tratto digestivo.

 

 

 

 

Infine i fantastici probiotici, PB Assist, sei ceppi selezionati di microrganismi probiotici contenuti in una particolare capsula vegetale a doppio strato a rilascio controllato, per proteggere le colture probiotiche dagli acidi gastrici e riuscire a sopravvivere attraverso il passaggio nello stomaco.

 

RICETTE INDISPENSABILI:

ROLL-ON ANTI ALLERGICO
20 gocce Lavender (lavanda)
20 gocce Lemon (limone)
20 gocce Peppermint (menta piperita)
Olio di Cocco frazionato in Roll-on 10 ml

 

INALATORE ANTI ALLERGIA
3 gocce Lavender (lavanda)
3 gocce Lemon (limone)
3 gocce Peppermint (menta piperita)
1 inalatore: aggiungere le gocce allo stoppino di cotone ed inserire nell’inalatore, inalare attraverso ognuna delle narici quando necessario: Un inalatore dura circa 2 mesi.

MISCELA ANTI ALLERGIA
6 gocce Lavanda
6 gocce Camomilla romana
2 gocce Mirra
1 goccia Menta Piperita
Olio di cocco frazionato 15 gocce
*miscelare e applicare a livello topico dietro le orecchie, sulle tempie e timo.

SPRAY ANTI ALLERGICO STAGIONALE PER AMBIENTE (DR. AXE)
40 gocce Limone
20 gocce Melaleuca
500 ml acqua distillata
un tocco di aceto
*Miscelare gli ingredienti in una bottiglia spray di vetro. Utilizzare in qualsiasi zona della casa desideriate purificare.

LA BOMBA ANTI ALLERGICA
1-2 gocce Coriandolo (proprietà pulenti e disintossicanti)
1-2 gocce Melaleuca (proprietà pulenti e antinfiammatorie)
1-2 gocce Lavanda (proprietà calmanti ed antistaminiche)
*inserire in una capsula vegetale e riempire con olio di cocco frazionato)

Contattami se sei interessata a ritrovare questi saggi insegnamenti e approfondire i benefici di questi meravigliosi ed efficaci rimedi naturali, fatti anche su misura per te o per la tua famiglia o per persone che conosci, e vieni a scoprire come integrarli nel tuo benessere quotidiano.

Lasciami i suoi commenti.

“Fluisci con la natura e la natura ti premierà”

Namastè
Karuna