Bio si Bio no?

Bio si Bio no?

Le solite contestazioni oramai stra sentite e risentite sul Biologico:

“Piove acido ….  i contadini non rispettano …… costa troppo …….

Desidero fare un pò di chiarezza.

 

Perchè Bio si?

Questi sono i temi che dovrebbero echeggiare tra le pagine dei giornali più importanti e non soltanto le notizie non positive.
Biologico significa evitare i rischi che si corrono per aver mangiato cibo cresciuto con OGM, che tra l’altro non sono ancora chiari i sintomi dell’ogm se fa malo o meno e solo tra qualche generazione lo potremo sapere. Significa dare input a quei contadini che decidono di coltivare biologico quindi senza utilizzare per la crescita del seme prodotti ogm o altri elementi chimici che deturpano la purezza di ogni alimento naturale.

Inoltre mangiare equo solidale è un grande aiuto per quelle aziende agricole dei paesi in via di sviluppo cheproducono sano e danno lavoro a migliaia di poveri.

Sostenendo il mondo in via di sviluppo, li aiutiamo a vivere nel loro paese, a crescere le loro famiglie, ad avere sufficiente sostentamento, poichè contrariamente a quanto pensa la maggior parte della gente, nessuno davvero vuole lasciare la sua casa, se non costretto.

Invece continuiamo ad intossicare la terra, ed i suoi prodotti, intossicando l’acqua e noi stessi, e passando il tempo a lamenterai di ciò che non va.

Mentre se iniziassimo finalmente tutti ad acquistare prodotti Biologici (cibo e non), eviteremmo di intossicare il pianeta con troppi pesticidi, OGM, e chissà cos’altro ancora che penetrano nella terra, intossicando l’acqua e l’aria, il nostro cibo ed il nostro respiro, insomma la nostra stessa ed unica vita.

Cambiando rotta potremmo finalmente mano mano contribuire a purificare tutto e smetterebbe di pioverci acido addosso.

La frutta e verdura non bio, chiamata “normale” proviene, soprattutto in Svizzera, dall’agricoltura così detta convenzionale, che a sua volta viene sovvenzionata dallo stato, salvaguardando anche gli interessi delle “farmaceutiche”, come se ne avessero bisogno, anziché sovvenzionare i coltivatori Biologici, rispettosi della salute e dell’ambiente.

Lo sappiamo che per lo più il mondo va al contrario, no che dico, il mondo va dove vanno i soldi, e le farmaceutiche (le multinazionali ecc) ci sguazzano indifferenti al danno che arrecano al mondo e a se stessi, ai propri figli e nipoti …

Dal momento che loro apparentemente non ci pensano, possiamo farlo noi singolarmente, per il nostro bene, disinteressandoci di quello che fa la politica, considerando che la politica dovremmo essere NOI? 

Allora sempre SI al Bio, cercando però di scegliere anche il miglior Bio, così piano piano i prezzi scenderanno

W il cibo libero da prodotti chimici e viva il consumo equo solidale.

Record di antiossidanti in frutta e verdura bio, studio

DI MB

Uno studio pubblicato nel 2014 rischia di minare profondamente le certezze di chi pensa che non ci sono grandi differenze tra bio e normale. La ricerca, pubblicata sul British Journal of Nutrition e coordinata dall’università di Newcastle (GB), ha scoperto che non solo frutta, verdura e cereali biologici contengono meno residui di pesticidi, come ci si poteva comunque aspettare, ma hanno al loro interno livelli più elevati di sostanze antiossidanti, spesso associate a un minore rischio di tumori e altre malattie.

I ricercatori, che hanno messo a disposizione di tutti sul sito dell’università il database scaturito dallo studio, hanno riesaminato 343 articoli scientifici pubblicati sull’argomento, applicando dei metodi statistici per comparare i diversi risultati.

L’esito è stato che in media i prodotti biologici contengono il 17% in più di antiossidanti, e per alcune classi questa cifra è ancora superiore. I flavanoni, ad esempio, tipici degli agrumi, hanno mostrato un livello del 69% più alto, mentre le antocianine, presenti anche nel vino rosso, del 51%.

“Questo studio è solo un punto di partenza, perché ha dimostrato che c’è una variazione nella composizione degli alimenti a seconda del metodo di coltivazione – spiega l’autore principale, Carlo Leifert – ora bisogna studiare l’effetto che può avere passare a una dieta biologica. Alcuni di questi antiossidanti però sono stati legati da studi scientifici a un minore rischio di tumori e altre malattie”.

Anche dal punto di vista delle sostanze tossiche residue, afferma lo studio, gli alimenti bio risultano ampiamente migliori. L’analisi ha trovato che i residui di pesticidi sono un quarto rispetto a frutta e verdura coltivata tradizionalmente, il cadmio, un metallo considerato tossico e uno dei tre di cui l’Oms ha fissato un limite massimo nei cibi, è più basso del 48% e i composti dell’azoto, nitriti e nitrati, scendono fino all’87%.

https://www.liberatv.ch/archivio/1284251/record-di-antiossidanti-in-frutta-e-verdura-bio-studio https://www.bio-suisse.ch/it/settebuonimotiviperlaconversionealbiologico.php

 

Karuna
Insegnante di Yoga, Meditazione e Coaching
Responsabile delle Risorse Umane e Formatrice
Coach Personale, Spirituale e del Benessere
Wellness Advocate doTerra
Consulente DreamTrips
Privato: Via E. Maraini 20b, CH-6900 Massagno
Centro: Via San Gottardo 51b, CH-6900 Massagno
+41 77 458 44 39
FB: Maa Karuna Yoga e Meditazione
Linkedin: Carmela Curatolo
Instagram: maakarunayogaveg

 

 

Yin Yoga & Mindfulness al sabato mattina

Yin Yoga & Mindfulness al sabato mattina

Lo Yoga cambia la vita delle persone, non solo fisicamente ma anche lavorativamente e a livello personale.

Lo Yin Yoga(Dao Yin delle arti marziali) è una disciplina ed una pratica che lavora con precisione chirurgica su corpo e mente.

Introdotta da Paul Zinke (maestro Toista americano) negli anni ’70, e dopo dal suo allievo Paul Grilley con il suo libro Yin yoga Outline of a quiet practice, in cui spiega che il benessere psico-fisico, cioè la sensazione di comodità e di facilità nel movimento non dipende soltanto da muscoli forti ma anche da articolazioni flessibili e sane.

Il mio Yin Yoga prende spunto da tutti questi esperti insegnanti e la formazione attestata dalla Sarah Powers che introdusse lo Yin Yoga accompagnato dalla Mindfulness o Vipassana.

Yin Yoga è “l’arte della quiete nelle posizioni” che penetra profondamente nei tessuti connettivi (fascia, muscoli, tendini, legamenti e ossa), nutrendoli e lubrificando le articolazioni, espandendo la flessibilità e stimolando il flusso energetico nei meridiani e nelle nadis per liberare i blocchi energetici nel Qi o Prana (la forza vitale) e le rispettive emozioni.

Tale flusso energetico rallenta e ristagna, soprattutto attorno alle articolazioni (bacino e parte bassa della schiena, seguito delle ginocchia e le spalle), in mancanza di una corretta attività fisica. In tal caso, per equilibrare i meridiani, è particolarmente utile una pratica yin lenta e consapevole, in cui ogni posizione è mantenuta passivamente per alcuni minuti, per aprire e stimolare le articolazioni, e incrementare il flusso energetico.

Lo Yin Yoga si ispira al concetto taoista di yin e yang, il giusto equilibrio tra forze opposte e complementari della natura. Tutto quello che è chiaro, mobile, caldo, flessibile, morbido ed attivo è di natura yang. È invece yin ciò che è scuro, quieto, freddo, rigido, duro e passivo. All’interno del nostro corpo, i muscoli sono di natura yang perché sono morbidi ed elastici, mentre il tessuto connettivo (fascia, legamenti, tendini, cartilagine ed ossa) è rigido, duro o poco flessibile ed è di natura yin.

Da considerare però che nulla è mai completamente yin né yang, bensì un intercalare di energie che creano l’equilibrio e la possibilità di essere vivi.

La pratica si esegue per lo più a terra e con una lunga tenuta (almeno 5 minuti) delle asana, in dolce immobilità, con una muscolatura completamente rilassata, per favorire la diminuzione delle tensioni, praticando una respirazione calma e profonda, facendo affiorare una consapevolezza del “qui ed ora” (Mindfulness).

Inoltre lo yin yoga migliora la mobilità delle articolazione prevenendo e curando lesioni e dolori, induce il rilascio miofasciale, equilibra i meridiani e stimola il flusso energetico, incrementa la flessibilità di tutto il corpo e rilassa profondamente.

Ci si avvale inoltre della tecnica più “occidentalizzata” del Training Autogeno e della meditazione Yoga Nidra per permettere un raggiungimento di quiete e calma profonda fisica e mentale.

Mentre si sperimenta una posizione Yin Yoga, si mira a creare totale rilassamento fisico e mentale per lasciare andare completamente, permettendo così gli sblocchi energetici.

Il benessere psico-fisico, cioè la sensazione di comodità e di facilità nel movimento non dipende soltanto da muscoli forti, ma anche da articolazioni flessibili e sane.

 

Sabato dalle 10.00 alle 12.00

28 Settembre 2019

26 Ottobre 2019

16 Novembre 2019

30 Novembre 2019

14 Dicembre 2019

 

presso Associazione Maa Karuna

Costo Fr. 40, con Karuna

da versare anticipatamente sull’IBAN: CH83 0844 0253 0152 4200 6

 

NB: dal momento in cui la lezione è confermata, le eventuali assenze non disdette con un minimo di 1 giorno di preavviso devono essere pagate, ringrazio per la comprensione !

 

abiti comodi, nessuna esperienza pregressa necessaria

Tappetini, coperte, cuscini, ecc. a disposizioni

 

Karuna
Insegnante di Yoga, Meditazione e Coaching
Responsabile delle Risorse Umane e Formatrice
Coach Personale, Spirituale e del Benessere
Wellness Advocate doTerra
Consulente DreamTrips
Privato: Via E. Maraini 20b, CH-6900 Massagno
Centro: Via San Gottardo 51b, CH-6900 Massagno
+41 77 458 44 39
FB: Maa Karuna Yoga e Meditazione
Linkedin: Carmela Curatolo
Instagram: maakarunayogaveg

Introduzione alla Reconnective Healing

Introduzione alla Reconnective Healing

Vieni a scoprire le Nuove Frequenze di Guarigione col Mentore e Teaching Assistant Guglielmo Poli!

Durante la serata sperimenterai dal vivo il potere della Reconnective Healing e ne vedrai gli effetti concreti!

La serata sarà divisa in una parte pratica e una teorica al termine della quale porterai già con te un grado di consapevolezza più elevato.

Quante volte ci è capitato di approcciare una nuova tecnica e poi avere difficoltà ad eseguirla?

Quante volte ci siamo affidati a complessi rituali dall’esito incerto?

Tutto questo NON è Reconnective Healing!

Essa infatti non è una tecnica ma una libera catalizzazione di Energia, Luce e Informazioni che promuovono nel sistema energetico dell’ Uomo, ma anche dei nostri amici Animali, un ritorno all’ Equilibrio più profondo sotto ogni sfera.

Ci è data da una maggiore Consapevolezza di chi siamo e di quello che è il nostro Reale Potenziale.

Questo fenomeno è stato verificato dal Prof. Tiller di Stanford University che lo ha osservato e che su di esso ha basato la sua teoria sull’ Entropia Negativa.

Liberandoci da ogni forma di tecnica e rituale oltre che dall’ ingombrante e limitante presenza del proprio Ego, durante le sessioni siamo liberi di accedere, a questo nuovo ed evoluto sistema energetico.

Il ritorno alla tua Vera Essenza, il Ribilanciamento a Energetico ed una enorme Accelerazione del Tuo Percorso di Vita sono soltanto alcuni degli aspetti che caratterizzano la Reconnective Healing.

 

Venerdì 27 Settembre dalle 19.30 alle 21.30

presso Associazione Maa Karuna

Entrata libera

abiti comodi, nessuna esperienza pregressa necessaria

Tappetini, coperte, cuscini, ecc. a disposizioni

 

 

     

 

Guglielmo Poli

guglielmo@guarigionericonnettiva.com

 

 

 

Karuna
Insegnante di Yoga, Meditazione e Coaching
Responsabile delle Risorse Umane e Formatrice
Coach Personale, Spirituale e del Benessere
Wellness Advocate doTerra
Consulente DreamTrips
Privato: Via E. Maraini 20b, CH-6900 Massagno
Centro: Via San Gottardo 51b, CH-6900 Massagno
+41 77 458 44 39
FB: Maa Karuna Yoga e Meditazione
Linkedin: Carmela Curatolo
Instagram: maakarunayogaveg

Yin Yoga & Mindfulness

Yin Yoga & Mindfulness

Yin Yoga è “l’arte della quiete nelle posizioni” che penetra profondamente nei tessuti connettivi (fascia, muscoli, tendini, legamenti e ossa), nutrendoli e lubrificando le articolazioni, espandendo la flessibilità e stimolando il flusso energetico nei meridiani e nelle nadis per liberare i blocchi energetici nel Qi o Prana (la forza vitale).

La pratica si esegue per lo più a terra ed una lunga tenuta (almeno 5 minuti) delle asana, in dolce immobilità, con una muscolatura completamente rilassata, per favorire la diminuzione delle tensioni, praticando una respirazione calma e profonda, facendo affiorare una consapevolezza del “qui ed ora” (Mindfulness).

Ci si avvale inoltre della tecnica più “occidentalizzata” del Training Autogeno per permettere un raggiungimento di quiete e calma profonda fisica e mentale.

Mentre si sperimenta una posizione Yin Yoga, si mira a creare totale rilassamento fisico e mentale per lasciare andare completamente, permettendo così gli sblocchi energetici.

Il benessere psico-fisico, cioè la sensazione di comodità e di facilità nel movimento non dipende soltanto da muscoli forti, ma anche da articolazioni flessibili e sane.

La saggezza dello yoga ci insegna che nulla più di una pratica costante delle asana prepara il corpo a lunghe sedute di meditazione. Ma quando si inizia a praticare seriamente la Meditazione, si scopre che la realtà non è proprio così, le articolazioni, la schiena, i fianchi, tutto duole durante le sedute e la mente è costantemente in agitazione.

 

Sabato 7 Settembre dalle 10.00 alle 12.00

presso Associazione Maa Karuna

Costo Fr. 40, con Karuna

abiti comodi, nessuna esperienza pregressa necessaria

Tappetini, coperte, cuscini, ecc. a disposizioni

 

Karuna
Insegnante di Yoga, Meditazione e Coaching
Responsabile delle Risorse Umane e Formatrice
Coach Personale, Spirituale e del Benessere
Wellness Advocate doTerra
Consulente DreamTrips
Privato: Via E. Maraini 20b, CH-6900 Massagno
Centro: Via San Gottardo 51b, CH-6900 Massagno
+41 77 458 44 39
FB: Maa Karuna Yoga e Meditazione
Linkedin: Carmela Curatolo
Instagram: maakarunayogaveg